Visita

Maison d’Izieu (MV)
Maison d’Izieu (BD)

Visita

Un luogo aperto a tutti

 

Nel 1943 la casa fu anzitutto un luogo di vita e di speranza per i bambini ebrei che qui furono accolti.

Visitare la Maison d’Izieu permette a tutti di affrontare il genocidio dei bambini ebrei durante la Seconda Guerra mondiale e la storia delle reti di soccorso che hanno cercato di sottrarre i bambini alle persecuzioni antisemite della Francia di Vichy e della Germania nazista.

La visita delle esposizioni e la visione delle proiezioni richiedono due ore e mezzo.

La museografia è volutamente sobria e chiara.
L’esposizione presenta solo alcuni documenti ed immagini, raccolti in una vetrina posta al primo piano del granaio, che possono scioccare i più giovani.

L’emozione che può essere suscitata dalla tematica e dal luogo fa sì che solo bambini di almeno 8-10 anni siano in grado di capire la complessità di questa vicenda.

 

Il sito e gli edifici

 

La casa che ha ospitato la colonia di Izieu è stata costruita nel XIX secolo nella frazione di Lélinaz, alle pendici del paese di Izieu.

Il sito è isolato, domina il Rodano e si apre all’orizzonte sulla catena delle Alpi.
La casa è dotata di una grande terrazza e i due edifici agricoli, il granaio e la bigattiera, ospitano l’esposizione permanente e le sale pedagogiche.

Il sito è protetto ed inserito nell’inventario aggiunto dei monumenti storici.